domenica 11 maggio 2008

SUZI QUATRO: LA PRIMA DONNA DEL ROCK (QUANDO IL ROCK ERA SOLO UOMO)


Suzi Quatro nasce il 3 Giugno 1950 a Detroit (USA), figlia di Helen e Arthur Quatrocchi. Cresce con due sorelle ed un fratello. Il padre ha una band chiamata Art Quatro Trio. All'età di 8 anni Suzi fa la prima esibizione con suo papà, suonando i bongos, quindi prende lezioni di piano. All'età di 14 anni si allontana dalla musica classica rivolgendosi al rock'n'roll.
Nel '65 con la sorella Patti e tre compagni di scuola forma i Pleasure Seekers, con le sorelle, dove suona il basso e si fa chiamare Suzi Soul. Il gruppo ha vita breve: producono un singolo, Never Thought You'd Leave Me/What a Way to Die che è un successo a Detroit. Già il secondo singolo è registrato per l'etichetta Mercury ed è un successo maggiore, non solo locale, a Detroit. Nel 1968 aggiunge alla formazione la sorella più giovane, Nancy, e ribattezza il gruppo con il nome di Cradle ritagliandosi un discreto spazio nei circuiti alternativi con gli Amboy Duke di Ted Nugent, Mitch Ryder e gli MC5.
Nel 1971 Suzi, con la band rinominatasi Cradle, suona rock più duro. In questo periodo il produttore musicale inglese Mickie Most vede la band in un nightclub a Detroit e invita Suzi in Inghilterra per lavorare su una carriera come sola artista, mettendola sotto contratto con la sua etichetta RAK. A fine 1971 arriva a Londra iniziando a scrivere canzoni e a registrare. Realizza un primo singolo, Rolling Stone, che non ha successo in Inghilterra ma diventa numero uno in Portogallo nel 1972. Impiega due anni per terminare l'album di debutto.
Qui forma anche una nuova band con il chitarrista Len Tuckey, il batterista Keith Hodge e il tastierista Alastair McKenzie.
Nel 1973, come secondo singolo, due nuovi scrittori di canzoni della sua etichetta le scrivono una canzone, la femminista ed aggressiva Can The Can che, in Maggio, dopo un tour in Inghilterra, aprendo, a fianco degli Slade, diventa un enorme successo in Inghilterra, in Europa, Giappone ed Australia, andando al numero uno e restando in classifica per più di tre mesi, facendo di lei uno dei fenomeni musicali più clamorosi del glam rock.
Un heavy rock, 48 Crash, segue e raggiunge il numero tre. Devil Gate Drive esce nel '74, anno in cui Suzi intraprende un tour in Australia, il primo di molti a venire.
La prima apparizione a Top Of The Pop in Inghilterra è cosa memorabile per gli spettatori che assistono al suo debutto: una donna, minuta bionda tutta vestita in pelle nera, con un basso più grande di lei e una voce rauca che canta il primo successo Can The Can. In aggiunta a ciò Suzi sceglie spesso di interpretare pezzi altrui con cover songs di artisti uomini, senza cambiarne il testo, dando un sferzata al tutto con una presenza scenica quasi oltraggiosa per l'epoca cioè quando il rock è solo ad appannaggio dell'uomo, della rock star maschile.

La lista dei pezzi che interpreta comprende I Wanna Be Your Man, Wake Up Little Susie, pezzi heavy rock, quelli per i quali è più nota (come I've Never Been In love Before, Daytona Demon), canzoni con messaggio femminista (Much Wiser Than You), ballate potenti come The Race Is On e The Main Attraction. Registra anche la canzone di Elvis Prelsey All Shook Up.
Quando Elvis la sente la invita a Graceland ma lei rifiuta! Nel 1978 sposa il suo chitarrista, Len Tuckey, in Inghilterra ripetendo il matrimonio in Giappone. Hanno una figlia, Laura, nata il 23 Settembre 1982. Nell'ottobre 1984 nasce il figlio Richard leonard. Il matrimonio dura fino al 1992 quando divorziano. Nel frattempo Suzi termina il suo contratto con l'etichetta RAK e non è più di successo se si eccettua Stumblin' In, una ballata romantica veloce, che registra con Chris Norman, andando in classifica in Germania e in altri paesi, nel 1978.
Il suo successo continua in Inghilterra per tutti i '70 con una certa regolarità anche se con un calo. Nel 1977 è sulla copertina di Rolling Stone e le viene offerta una parte nella famosa serie Happy Days. Suzi interrompe un tour in Giappone e si reca negli States per un'audizione dove viene presa per interpretare il ruolo di Leather Tuscadero, donna di Fonzie, per sette episodi. Le viene offerta una serie sul personaggio ma Suzi rifiuta temendo di restarne imprigionata e rimanere stereotipata.
L'unica partecipazione - nel periodo di maggior successo e per lungo tempo - di Suzi ad un programma tv italiano risale al 1980, al Festival di Sanremo, dove Suzi Quatro è ospite internazionale. Nel 1982 registra l'album MAIN ATTRACTION mentre è incinta e già non più con la RAK. Nell'Ottobre 1984, Suzi dà alla luce il suo secondo figlio, Richard Leonard. Un tour di sei settimane, mondiale, comprensivo dell'Australia, fa seguito e Suzi si porta appresso l'intera famiglia. Dopo la rottura con la RAK, Suzi continua a lavorare con Mike Chapman per l'etichetta di sua proprietà, la Dreamland, ma diminuendo il successo nel corso degli anni '80, comincia a lavorare ad altri progetti, come la sua apparizione alcune serie televisive britanniche. Nel 1985 Andrew Lloyd Webber le offre il ruolo principale di Annie Oakley, nel suo musical Annie Get Your Gun. Lei accetta e si esibisce al London West End Theatre per un paio d'anni.Nel 1993 si risposa con il tour promoter tedesco Rainer Haas. Registra ancora musica. Di tanto in tanto si esibisce in musicals o è ospite in shows radiofonici.La carriera di Suzi Quatro scompare quasi a fine anni '80 anche se riesce ad andare in tour occasionalmente. Nel 1989 porta a termine un tour nell'Unione Sovietica pre-perestroika che sembra rinnovare la sua carriera di cantante rock'n'roll. Nei primi '90 intraprende un tour in Europa, Giappone ed Australia.

Molti dei suoi album cominciano ad essere ristampati su cd. Dopo aver firmato con una nuova etichetta (l'olandese Bolland and Bolland), realizza il suo primo album originale dopo nove anni: Oh Suzi-Q.
Il 1992 non è un buon anno per lei: divorzia dal marito e le muore la madre e una parente. Comunque, nel 1993 le cose migliorano: un altro tour in Australia dove porta con sè il padre appena vedovo, per la prima volta. Appare come ospite televisiva in una commedia inglese, Absolutely Fabulous. Comincia a lavorare a un musical originale, Tallulah Who, sull'attrice degli anni '30 Tallulah Bankhead. In Ottobre sposa il suo secondo marito, il tour promoter Rainer Haas, con una piccola cerimoia a Las Vegas.
Il 1994 segna il ventesimo anno di tour in Australia. A fine '95 realizza un album di vecchi hits e canzoni nuove, What Goes Around. Nel '97 intraprende il 14mo tour australiano per promuovere quest'album venuto fuori un anno dopo, Down Under. Continua, poi, a fare tour e a lavorare con Mike Chapman a New York. Altri dischi escono: sono "UNRELEASED EMOTION"(1998) e "FREE THE BUTTERFLY"(1999) un doppio CD realizzato con Shirlie Roden.
Nel 1999 completa uno dei più vasti tour comprensivo di Inghilterra, Germania, Australia, Malaysia e Finlandia. Seguito da un altro tour Europeo nel 2000. La BMG Records pubblica nel Febbraio 2001. Nel 1999, Suzi ritorna a farsi vedere in Italia, dopo tanto tempo, in tv: partecipa come ospite alla trasmissione revival "Meteore" e alla soglia dei 50 anni dimostra di non aver perso la grinta: canta con grinta 48 Crash. In anni più recenti si è concessa qualche concerto sull'onda del revival. Nel 2006 è uscito Back to The Drive, nuovo album per la EMI. Con il suo rapido passaggio negli anni 70, Suzi Quatro, ha, comunque, lasciato un segno nella memoria e nelle orecchie degli appassionati di (glam) rock. Come succede a tutti gli artisti che valgono, anche la Quatro è riemersa dall'oblìo, ritornando all'evidenza, non solo per nostalgia ma anche per certi suoi indiscussi meriti. La sua grinta non si scorda. Spesso ci si chiede che fine abbia fatto questo o quel cantante e così per Suzi Quatro: la prima ad aver osato fare rock quando il rock era maschile, per uomini e basta. Questo il suo merito, per il quale è e sarà ricordata, e che - per quanto riguarda l'Italia - pare abbia ispirato, nella musica, nello stile e nel modo di proporsi (poco femminile ma altamente energico e deciso, coinvolgente) e nel look di scena (abbigliamento, taglio corto-lungo scalato), anche certe nostre rocker ben note, soprattutto, la Nannini che quella grinta da vendere e quel rock aggressivo della Quatro (curiosamente del segno dei Gemelli entrambe, Gianna e Suzi) tanto ricorda. Possono ritrarla meglio certe sue affermazioni in merito: «L'industria discografica non crede al rock suonato dalle donne. Io sono stata la prima a rompere la crosta, adesso tocca voi». E ancora, incurante dell'immagine e dello stile, essendo per lei il rock solo energia, a chi le suggerisce di accentuare la sua femminiltà: «Si può avere stile e si può avere grinta, ma non si possono avere tutti e due insieme».


SITO UFFICIALE:
www.suziquatro.com

DISCOGRAFIA DI SUZI QUATRO:
http://www.jugi3.ch/homepage/suziq.htm

SUZI QUATRO - VIDEO (YOU TUBE):

Nessun commento:

VIDEO - Eva CASSIDY - Israel "IZ" KAMAKAWIWO'OLE - Over The Rainbow/What A Wonderful World (Medley)

Loading...